Feed RSS

Archivi tag: secondi

Tarte Tatin salata alle pere

Inserito il

Ricetta che una mia zia (la stessa dei peperoncini ripieni!) ha fatto per una cena a tema “arte”: questa era una torta Depero! 

Image

4 pere
Un rotolo di pasta brisé
Formaggi vari (feta, pecorino…)
Rosmarino
Curcuma o zafferano facoltativi

Sbucciate le pere e tagliatele a spicchi non troppo sottili, quindi mettete le fettine in una padella con un po’ d’acqua, una presa di sale, il rosmarino e, se volete dare un po’ di colore alle pere, curcuma o zafferano.
Lasciate ammorbidire le pere senza che si disfino, quindi lasciatele raffreddare.
Nel frattempo ungete una tortiera (meglio quelle di alluminio o quelle a cerniera, la tatin poi va voltata!).
Disponete gli spicchi di pera a raggiera sul fondo della teglia, quindi spolverate coi formaggi grattugiati e coprite con la pasta brisé avendo cura di rimboccare i bordi e bucherellarla.
Infornate per 25 minuti a 180°. Una volta cotta aspettate qualche istante e poi capovolgete la tatin. Et voilà!

Annunci

Sformato di mele e porri

Inserito il

Ecco una ricetta velocissima creata per fare spazio in frigo in vista dei pranzi pasquali!
Ha un sapore molto delicato ed è anche veganizzabile. Vediamo come!

Per 2 persone:
2 porri
1 mela golden
Olio evo, una noce di burro
Latte di soia q.b.
4 cucchiai di farina
Sale, pepe bianco
Pinoli o mandorle

Sbucciate la mela e privatela del torsolo e pulite i porri. Tagliate entrambi a rondelle sottili.
In una padella dai bordi alti, fate scaldare la noce di burro e l’olio, quindi versate i porri e le mele a fettine, salate e lasciate che si ammorbidiscano un po’. Spolverate con la farina e, proprio come se voleste fare una besciamella, aggiungete il latte a filo continuando a rimestare.
Io vi consiglio di provare con mezzo bicchiere al massimo per volta perché dovendo essere infornato, non vogliamo una cosa troppo liquida! Aggiungete anche il pepe bianco.
Una volta raggiunta la consistenza desiderata, versate il composto besciamelloso in una pirofila da forno e coprite con i pinoli o con le mandorle (quelle affettate sottili) e infornate a 180° per 10 minuti.

porrimele

Per veganizzare la ricetta è sufficiente non usare il burro ma solo l’olio d’oliva! 🙂
Prima o poi metterò delle foto migliori, prometto!

Germogli di soia al Martini

Inserito il

Ebbene sì! Vorrei poter dire che è una mia invenzione ma basterebbe una rapida occhiata a Google… ne esistono tante versioni!
Un ottimo modo per usare il vermouth bianco avanzato dagli aperitivi (ai miei ospiti piace tanto!).

Olio evo o di sesamo
Germogli di soia
Cipolla tritata
Vermouth bianco
Acqua, sale

Fate scaldare in una padella dai bordi alti l’olio e fatevi rosolare la cipolla tritata.
Unite quindi i germogli e salateli. Date una spruzzata di vermouth e lasciate evaporare l’alcol, quindi aggiungete 2/3 mestoli d’acqua (un bicchiere quasi pieno) e lasciate cuocere rimestando ogni tanto, fino alla consistenza desiderata dei germogli.


Sì, a vedersi sono dei comuni germogli di soia, ma garantisco che il sapore è un po’ più deciso!

Tonno tataki

Inserito il

E’ un piatto che prendo spesso nei ristoranti giapponesi, è davvero buonissimo! E visto che al compleanno mi hanno regalato un bel libro di cucina jap, ho deciso come mio solito di provare la ricetta modificandola un po’: insomma, è venuto buonissimo e proprio uguale a quello che mangio al ristorante!

Per 6 persone:
4 filetti di tonno belli spessi
salsa di soia
olio di sesamo
sesamo

In una pirofila lasciate marinare per un’ora il tonno con 3 cucchiai di salsa di soia e 3 di olio di sesamo, girando il pesce dopo 30 minuti.
Preparate accanto ai fornelli un piatto pieno di semi di sesamo.
Trascorsa l’ora, scaldate in una padella antiaderente un filo d’olio di sesamo e fate scottare il tonno 30 secondi per lato (dentro deve rimanere rosso!), quindi ponete la tagliata nel piatto coi semi di sesamo e ricoprite tutto il tonno.
Tagliate a fettine ed ecco pronto il tonno tataki!

Frittelline alle erbe

Inserito il

Veramente una ricetta stupidissima che però si fa in un attimo e le frittelline agli aperitivi sonoccosìccarine!

125g di farina 00
2 uova
1/2 bicchiere di latte di soya
Erba cipollina, prezzemolo, menta, basilico… tritati
Olio per friggere

In una terrina sbattete le uova e aggiungete il latte, quindi la farina e mescolate. Quando avrete amalgamato bene gli ingredienti aggiungete le erbe tritate e mescolate.
In una padella fate scaldare due dita d’olio. Versate delle cucchiaiate di composto nell’olio caldo, in modo che vengano dei bei dischetti. Quando un lato è cotto girate, quindi fate scolare su carta assorbente.
Sono ottime servite con del formaggio, anche molto saporito come il pecorino o il gorgonzola.

Finta parmigiana / Timballo di melanzane e pomodori

Inserito il

Questa può essere considerata una versione light della parmigiana se aggiungete i formaggi. In ogni caso è un piatto che si presenta bene e può essere una ricetta veloce veloce se avete delle melanzane grigliate che sono avanzate! E’ una ricetta che ho trovato su una rivista e che, come sempre, ho riadattato.

(versione vegana)

Dosi per due:
Una melanzana
Un bicchiere di passata di pomodoro
Basilico, origano, timo
Olio evo, sale
(Se volete aggiungere i formaggi: mozzarella, parmigiano)

Tagliate la melanzana a rondelle e fatela grigliare.
Mentre aspettate che la melanzana grigliata si raffreddi, preparate “il puccino” d’olio: in una ciotolina versate olio a piacere, un pizzico di timo, di origano e qualche fogliolina di basilico. Lasciate così che l’olio si insaporisca.
Accendete il forno a 210° o se siete fortunati possessori di un forno con grill, usatelo.
In una teglia cominciamo a formare i timballini: una rondella, un cucchiaio di passata, una rondella e così via, finendo con la melanzana. Se volete aggiungere i formaggi, mettete una fettina di mozzarella con mezzo cucchiaino di parmigiano ogni 2 strati, in modo da non bagnare troppo la pila di melanzane che potrebbe disfarsi. Il top è di mozzarella, in questo caso.
Infornate per 7/10 minuti.
Prima di servire, versate un po’ dell’olio aromatizzato sui timballi, se volete potete decorare come ho fatto io con le foglioline di basilico (home-made!).

 (versione lattoveg)

Polpette di patate e zucchine

Inserito il

Cosa si fa con il ripieno avanzato delle zucchine tonde?

Si aggiunge un po’ di pangrattato, si fanno le pallette e si friggono!

I veri amanti delle polpette possono rotolare le palline nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato, quindi friggerle.

La ricetta per l’impasto, per chi non l’avesse capito, è la stessa del ripieno delle zucchine rotonde.