Feed RSS

Archivi tag: salse

Confettura di prugne

Inserito il

Che cosa si fa in un pomeriggio di convalescenza a casa quando fuori piove e si ha un cestino di frutta che si sa che non mangerete mai da sole? Una conserva, naturalmente!
I barattolini homemade danno una soddisfazione… Per fare questa marmellata non vi servirà nemmeno il Fruttapec.

1kg di prugne
1kg di zucchero
il succo di mezzo limone

…e come per ogni confettura, tanta pazienza!
Denocciolate le prugne tagliandole grossolanamente, quindi mettetele in una pentola capiente dai bordi alti. Aggiungete il succo di limone e lo zucchero e accendete il fuoco a fiamma media, rimestando. Quando le prugne si iniziano a disfare, abbassate la fiamma e lasciate a cuocere: le prugne dovranno disfarsi e la marmellata dovrà raggiungere la consistenza desiderata (fate la prova con una goccia su un piatto: se fatica a scivolare, è densa!).
Noterete che non ho usato il passaverdura (non ce l’ho!). Se la frutta non si disfa, date una veloce passata col minipimer: il risultato sarà buono ugualmente.

2013-10-15 10.58.58-2

 

La versione semplice del Guacamole

Inserito il

Fare la salsa guacamole è di per sé già semplice. Questa ricetta è la “versione semplice” nel senso che riuscite a prepararla con ingredienti che normalmente si hanno in casa. Riporto sotto anche la ricetta originale che mi aveva dato un’amica messicana.

Un avocado
Pomodorini
Cipolla tritata
Mezzo spicchio d’aglio piccolo
Peperoncino (secco piccino, quelli Cannamela, per intenderci)
Un cucchiaino di succo di limone o una spruzzata
Sale

Tagliate i pomodorini e tritate l’aglio, quindi mettete tutto in una terrina con un po’ di peperoncino e di cipolla tritata.
Sbucciate l’avocado e aiutandovi con uno schiacciapatate (o spiaccicandolo con una forchetta se è ben maturo), spremetelo nella terrina con gli altri ingredienti. Aggiungete il succo di limone e servite!


La differenza con il guacamole vero sta negli ingredienti, che ho sostituito. Quelli orginali sarebbero:
Mezzo peperoncino jalapeno
Un cucchiaino di succo di lime

…ma non so quanti di voi tengano lime e jalapenos in quantità!

CURIOSITA’: la prima volta che ho fatto il guacamole con quest’amica, mi era stato insegnato che la salsa va servita con il seme dell’avocado in mezzo: sembra che così, i preparati con avocado si anneriscano di meno. Ed è vero!

Tris di Humus

Inserito il

In super ritardo posto finalmente la ricetta da aperitivo degli humus fatti per il compleanno di Luci. Con foto molto carina:

DSCN1960

HUMUS DI CECI
Ceci in scatola
Olio d’oliva
sale e sesamo o gomasio
Maionese o Philadelphia Light
Un minispicchio d’aglio
Qualche goccia di succo di limone
Eventuali foglioline di menta per decorare

Scolate i ceci tenendo da parte il liquido e buttateli nel recipiente del minipimer o frullatore. Aggiungete tutti gli ingredienti eccetto la menta. Non scegliete un olio troppo amaro. Frullate tutto, se necessario aggiungete un po’ dell’acqua dei ceci per rendere la purea più liscia e omogenea. Questo humus viene beige.

HUMUS DI BARBABIETOLE:
Ceci in scatola
Barbabietole (una per scatola di ceci)
Olio d’oliva
Cipolla tritata
Gomasio o sale e sesamo
Qualche goccia di succo di limone
Cumino facoltativo

Dopo aver messo un grembiule, tagliate a dadini le barbabietole, tritate la cipolla e scolate i ceci, tenendo da parte l’acqua. Come prima, versate tutti gli ingredienti nel recipiente o frullatore. Qui non sarà necessario diluire con molta acqua dei ceci, perché le barbabietole rilasciano già abbastanza liquido.  Questo viene fuxia, è molto carino!

HUMUS DI LUPINI:
Una scatola di lupini (di quelle che vendono al supermercato)
Olio d’oliva
Gomasio o sesamo

Tenete l’acqua da parte. Sbucciate tutti i lupini, uno per uno! AH AH! Per fare una roba un minimo igienica, io ho inciso il centro del lupino con un coltello seghettato: chiaramente non fate schizzare via il lupino premendo sulla buccia, altrimenti vi trovate un casino in cucina e niente dentro il recipiente del minipimer. Una volta sbucciati tutti quanti, li buttate dentro il recipiente con un po’ d’olio e poca acqua salata, quella tenuta da parte. Se avete difficoltà a frullare, aggiungete poco a poco quell’acqua. Ho messo “gomasio o sesamo” perché questi lupini sono già molto salati. Frullate per tanto tempo perché la tendenza è di rimanere parecchio granuloso. Questo è giallo!