Feed RSS

Archivi tag: dolci

Confettura di prugne

Inserito il

Che cosa si fa in un pomeriggio di convalescenza a casa quando fuori piove e si ha un cestino di frutta che si sa che non mangerete mai da sole? Una conserva, naturalmente!
I barattolini homemade danno una soddisfazione… Per fare questa marmellata non vi servirà nemmeno il Fruttapec.

1kg di prugne
1kg di zucchero
il succo di mezzo limone

…e come per ogni confettura, tanta pazienza!
Denocciolate le prugne tagliandole grossolanamente, quindi mettetele in una pentola capiente dai bordi alti. Aggiungete il succo di limone e lo zucchero e accendete il fuoco a fiamma media, rimestando. Quando le prugne si iniziano a disfare, abbassate la fiamma e lasciate a cuocere: le prugne dovranno disfarsi e la marmellata dovrà raggiungere la consistenza desiderata (fate la prova con una goccia su un piatto: se fatica a scivolare, è densa!).
Noterete che non ho usato il passaverdura (non ce l’ho!). Se la frutta non si disfa, date una veloce passata col minipimer: il risultato sarà buono ugualmente.

2013-10-15 10.58.58-2

 

Annunci

Panini all’anice

Inserito il

Per circa 10/12 panini, tipo scones:

500g di farina
100g di burro
2 uova
100g di zucchero
Anice Varnelli o 15g di semi di anice
25g di lievito di birra
1/2 bicchiere di latte

Scaldate il latte senza farlo bollire, scioglietevi un cucchiaino dello zucchero e quindi il panetto di lievito.
Aggiungete 100g della farina, mescolate, coprite e lasciate lievitare per un’ora circa.

Fate una fontana con la farina rimasta, le uova e il burro ammorbidito, impastate versando poco anice per volta, giusto per rendere il composto più elastico. Aggiungete alla fine il composto lievitato e formate una palla che lascerete lievitare per 2 ore e mezza/3 ore.
Trascorso questo tempo, stendete la pasta e lasciatela lievitare ancora un po’ (30min).

Formate delle pallette che poggerete sulla teglia rivestita di carta da forno, quindi infornate a 180° per 20 minuti.

focaccine

N.B.: La versione “ufficiale” della ricetta la trovate qui!

Muffin di banane e cocco

Inserito il

E dopo un lungo, lunghissimo periodo di assenza, rieccomi con una ricetta facilissima e una foto un po’ bruttina!
Quest’anno aggiornerò più spesso, prometto!

Per 10/12 muffins:

muffinbanane

250g di farina
60g di farina di cocco
2 banane
100g di zucchero di canna
60g di burro fuso
2 uova
1 bustina di lievito vanigliato
1/2 bicchiere di latte di soya

Ponete in un frullatore le banane tagliate a rondelle, il latte e il burro fuso. Frullate e versate in una terrina con le uova sbattute.
In un’altra terrina mescolate le farine, il lievito e lo zucchero, quindi versate anche il frullato di banana e amalgamate bene.
Riempiti gli stampini imburrati e infornate a 180° per 20 minuti.

Ottimi per la colazione!

Marmellata di kiwi

Inserito il

La mia prima confettura!

Ho preso la ricetta da qui e, con le misure e il procedimento che ho usato io, ve la copio:

1 mela golden piccola
700g di kiwi verdi
130g di zucchero
mezzo bicchier d’acqua

barattoli previamente “sterilizzati”

Sbucciate la mela e tagliatela a dadini, eliminando ovviamente il torsolo. Sbucciate i kiwi e, se non sono abbastanza maturi, tagliateli a fettine. Mettete la frutta in un frullatore e frullate il tutto, aggiungendo se necessario, poca acqua.
Versate il frullato in una pentola, aggiungete il mezzo bicchier d’acqua e cominciate a far cuocere. Dopo 15 minuti circa da quando comincia a bollire, aggiungete lo zucchero e mescolate.
Lasciate quindi che si riduca cuocendo per altri 50 minuti circa o fino a quando non abbia raggiunto una densità marmellatosa.
Avrete tenuto da parte dei barattoli: non aspettate che la confettura si raffreddi, riempite subito i recipienti, chiudete col tappo e poggiateli a testa in giù, vedrete che il tappo non farà più “clic”.

Come per i peperoncini… grande soddisfazione!

Anguria frozen cocktail

Inserito il

Ottimo alla fine di un pasto estivo sostanzioso, fa sia da dessert/sorbetto che da digestivo.

Anguria
Lime
Zucchero di canna
Vodka (liscia, al limone o alla frutta)
Menta

Tagliate a pezzi l’anguria e armandovi di pazienza togliete tutti gli odiosi semini.  Man mano che avete i pezzi d’anguria senza semi, buttateli nel recipiente di un frullatore o minipimer e aggiungete il succo di mezzo lime e un po’ di zucchero (vi consiglio pochissimi cucchiaini o uno solo se usate la vodka alla frutta). Aggiungete la vodka senza esagerare, ci sarà tempo per aggiungerla dopo se serve.  Se non avete tempo per guarnire i bicchierini dopo, mettete direttamente nel frullatore delle foglie di menta! Frullate e versate il mix in un recipiente che possa andare in freezer.
Fate congelare per almeno 45 minuti controllando ogni tanto la consistenza del cocktail.
Io il mio l’avevo servito in questi bicchierini finger food molto trendy ma il commento dei miei commensali è stato “Perché hai voluto punirci con questi mini-bicchierini?”. DOH! Per cui vi metto in guardia: servitelo in bicchieri veri o in ciotoline facili da ri-riempire! Se una volta fuori dal freezer vi sembra troppo solido, rompete i cristalli grossi con una forchetta. Riempite i bicchieri e (se avete tempo) guarnite con foglioline di menta.
Delizioso e freschissimo!

NY Cheesecake

Inserito il


Mi dicono che la New York Cheesecake sia quella che ha il formaggio cotto: se è vero, anche la mia ricetta è newyorkese, altrimenti sappiate che è comunque una buona torta!

Per circa 4 persone:

(Per la base)
200g di farina 00
150g di burro
3 uova
1 limone

(Per il ripieno)
150g di Philadelphia o simile
150g di ricotta fresca
200g di yogurt magro
130g di zucchero
3 uova
1 cucchiaio di farina (e uno di fecola se necessario)

Ribes, mirtilli, lamponi

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente e mettete dell’acqua a bollire per far rassodare le uova.
Su un piano versate la farina e il burro a pezzetti, quindi aggiungete un po’ di scorza di limone (non troppa!), lo zucchero e i tuorli sodi delle uova, sbriciolati. Impastate tutto fino a formare una palletta, che incellofanerete (?!) e riporrete in frigo per un’ora (non nella parte più fredda!).
Dopo un’ora circa accendete il forno a 190°C, infarinate un mattarello, il ripiano e quindi stendete per bene la pasta (non si stende? Niente paura, usate il metodo for starters: appiattite la palla di pasta con le mani direttamente nella teglia in cui infornerete la torta. Ricordatevi di fare bene i bordi!), quindi foderate la tortiera precedentemente imburrata e infarinata. Io vi consiglio di usare una delle tortiere con l’apertura a zip, perché tirare fuori una cheesecake dagli stampi in silicone è un casino!
Bucherellate la pasta nella tortiera coi rebbi di una forchetta (anche sui lati) e infornate per 10/15 minuti.
Nel frattempo, munitevi di terrina e prepariamo il ripieno. Versate nella terrina la ricotta, il formaggio, lo yogurt, lo zucchero, la farina, una spruzzata di succo di limone. Se mescolando vi sembra tutto troppo liquido, azzardate con un cucchiaio di fecola, a cottura ultimata sarà perfetto comunque.
Versate il composto sulla base cotta che nel frattempo avrete fatto intiepidire, livellate e infornate a 180° per circa 45 minuti.
Per decorare potete o coprire con i frutti di bosco come ho fatto io o sbizzarrirvi con zucchero a velo, foglioline di menta e frutti di bosco. Io avevo poco tempo!

Sformatini di carote e salvia

Inserito il

Foglie di salvia (2 a sformatino)
80g di carote
un uovo
2 cucchiai di zucchero
mezza bustina di lievito (circa 5g)
un cucchiaio di farina 00
mandorle tritate

con queste proporzioni a me ne sono venuti 4.

Pelate e grattuggiate le carote e ungete degli stampini per muffins.
Separate il tuorlo dall’albume e sbattete il tuorlo con lo zucchero, quindi aggiungete le mandorle, le carote, la farina e il lievito.
Montate a neve l’albume con un pizzico di sale (facoltativo) e unitelo al resto dell’impasto con le foglie di salvia.
Con un cucchiaio riempite gli stampini e infornateli a 180° per 25 minuti.

Effettivamente un po’ invernali ma tanto buoni!