Feed RSS

Archivi del mese: settembre 2011

NY Cheesecake

Inserito il


Mi dicono che la New York Cheesecake sia quella che ha il formaggio cotto: se è vero, anche la mia ricetta è newyorkese, altrimenti sappiate che è comunque una buona torta!

Per circa 4 persone:

(Per la base)
200g di farina 00
150g di burro
3 uova
1 limone

(Per il ripieno)
150g di Philadelphia o simile
150g di ricotta fresca
200g di yogurt magro
130g di zucchero
3 uova
1 cucchiaio di farina (e uno di fecola se necessario)

Ribes, mirtilli, lamponi

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente e mettete dell’acqua a bollire per far rassodare le uova.
Su un piano versate la farina e il burro a pezzetti, quindi aggiungete un po’ di scorza di limone (non troppa!), lo zucchero e i tuorli sodi delle uova, sbriciolati. Impastate tutto fino a formare una palletta, che incellofanerete (?!) e riporrete in frigo per un’ora (non nella parte più fredda!).
Dopo un’ora circa accendete il forno a 190°C, infarinate un mattarello, il ripiano e quindi stendete per bene la pasta (non si stende? Niente paura, usate il metodo for starters: appiattite la palla di pasta con le mani direttamente nella teglia in cui infornerete la torta. Ricordatevi di fare bene i bordi!), quindi foderate la tortiera precedentemente imburrata e infarinata. Io vi consiglio di usare una delle tortiere con l’apertura a zip, perché tirare fuori una cheesecake dagli stampi in silicone è un casino!
Bucherellate la pasta nella tortiera coi rebbi di una forchetta (anche sui lati) e infornate per 10/15 minuti.
Nel frattempo, munitevi di terrina e prepariamo il ripieno. Versate nella terrina la ricotta, il formaggio, lo yogurt, lo zucchero, la farina, una spruzzata di succo di limone. Se mescolando vi sembra tutto troppo liquido, azzardate con un cucchiaio di fecola, a cottura ultimata sarà perfetto comunque.
Versate il composto sulla base cotta che nel frattempo avrete fatto intiepidire, livellate e infornate a 180° per circa 45 minuti.
Per decorare potete o coprire con i frutti di bosco come ho fatto io o sbizzarrirvi con zucchero a velo, foglioline di menta e frutti di bosco. Io avevo poco tempo!

Finta parmigiana / Timballo di melanzane e pomodori

Inserito il

Questa può essere considerata una versione light della parmigiana se aggiungete i formaggi. In ogni caso è un piatto che si presenta bene e può essere una ricetta veloce veloce se avete delle melanzane grigliate che sono avanzate! E’ una ricetta che ho trovato su una rivista e che, come sempre, ho riadattato.

(versione vegana)

Dosi per due:
Una melanzana
Un bicchiere di passata di pomodoro
Basilico, origano, timo
Olio evo, sale
(Se volete aggiungere i formaggi: mozzarella, parmigiano)

Tagliate la melanzana a rondelle e fatela grigliare.
Mentre aspettate che la melanzana grigliata si raffreddi, preparate “il puccino” d’olio: in una ciotolina versate olio a piacere, un pizzico di timo, di origano e qualche fogliolina di basilico. Lasciate così che l’olio si insaporisca.
Accendete il forno a 210° o se siete fortunati possessori di un forno con grill, usatelo.
In una teglia cominciamo a formare i timballini: una rondella, un cucchiaio di passata, una rondella e così via, finendo con la melanzana. Se volete aggiungere i formaggi, mettete una fettina di mozzarella con mezzo cucchiaino di parmigiano ogni 2 strati, in modo da non bagnare troppo la pila di melanzane che potrebbe disfarsi. Il top è di mozzarella, in questo caso.
Infornate per 7/10 minuti.
Prima di servire, versate un po’ dell’olio aromatizzato sui timballi, se volete potete decorare come ho fatto io con le foglioline di basilico (home-made!).

 (versione lattoveg)

Pasta giallorossa

Inserito il

Io preferisco abbinare questo condimento alla pasta lunga, per cui ho usato le linguine – se preferite la pasta corta, sceglietene una “capiente” tipo i rigatoni!

Pasta
Peperone giallo di medie dimensioni (uno ogni 2/3 persone)
Pomodorini a piacere
Sale, olio, cipolla tritata

Mentre preparate la pasta, tagliate a pezzetti i pomodorini e il peperone dopo averlo pulito da parti bianche e semini. In una padella scaldate l’olio e fate soffriggere la cipolla, quindi aggiungete il peperone e lasciatelo ammorbidire, salandolo. Quando sarà abbastanza molle, travasate il tutto nel recipiente del minipimer e frullate: non dovrebbe succedere, ma se il peperone non lascia abbastanza acqua da diventare una pappetta, versate un cucchiaio d’acqua di cottura della pasta e continuate a frullare. Ributtate nella padella calda il mix di peperoni e aggiungete i pomodorini: coprite, se necessario salate ancora un pochino e scoperchiate la padella solo per girare ogni tanto.
Dopo aver scolato la pasta, fatela saltare in padella col sugo e servite.
Voilà!