Feed RSS

Archivi del mese: febbraio 2011

Energie Magazine

Inserito il

Fra una ricetta e l’altra vi comunico che sto scrivendo per questa rivista che trovate in edicola e online:


So che è già esaurita in moltissime zone: intanto potete aiutarvi chiedendo all’edicolante proprio “E-NER-GI-E” e non “Energy” o “énergie” o qualunque altra esotica lettura vi venga in mente (vero, amici che hanno già fatto questa gaffe mille volte?)!

Non vi anticipo i contenuti così non vi tolgo la sorpresa, ovviamente attendo dei feedback!

Vi rimando anche al sito: www.energiemagazine.it

Annunci

Crostata di mele e marmellata di fichi

Inserito il

Temendo che la marmellata di fichi biologica rigorosamente barattata su Zerorelativo facesse una brutta fine, ho deciso di finire un barattolino cominciato facendo una crostata. Era un sacco di tempo che non ne facevo una! Ecco la ricetta:

Pasta frolla (2 rotoli se la comprate già pronta);
Marmellata di fichi bio
1 mela golden

Per preparare la pasta frolla (che dà un sacco di soddisfazione) procuratevi:
250g di farina 00
150g di zucchero
2 tuorli
un cucchiaino di scorza di limone
una presa di sale
125g di burro morbido a temperatura ambiente

In una terrina o, se siete bravi, su un ripiano, versate la farina, lo zucchero, la scorza di limone e il pizzico di sale. Aggiungete i tuorli leggermente sbattuti e il burro ammorbidito (io lo tiro fuori dal frigo, lo riduco a cubetti e lo lascio  in  cucina illuminato dal sole qualche minuto) e con le mani impastate.
Infarinate a questo punto il ripiano e il mattarello e stendete la pasta. Se vedete che si sbriciola troppo non disperate: aggiungete dell’acqua fredda o pochissimo albume e ricominciate. O se no potete direttamente stendere la pasta nello stampo (le bravi mani da massaggiatrice non si smentiscono mai!).
Tenete da parte la pasta avanzata per le decorazioni.

Accendete il forno a 180°C.
Bucherellate con una forchetta la pasta stesa nello stampo rotondo e versate la marmellata di fichi.
Sbucciate la mela e tagliatela a pezzettini molto fini, quindi coprite tutta la superficie marmellatata (?!) di mela.
Con la pasta frolla avanzata fate delle decorazioni: per farle io ho usato uno stampo a stellina per biscotti, ma potete fare i classici riquadri con delle striscioline, delle scritte o altro.
Infornate per una mezz’oretta monitorata e… buona sostanziosa merenda!

Pasta all’arancia

Inserito il

Lo ammetto, la nuova pubblicità della Philadelphia mi ha affascinata tantissimo: lettori, aumentate!, anch’io voglio diventare una star delle pubblicità da massaie!

Per questa pasta originale procuratevi:

– Pasta lunga (io ho usato spaghettini ma anche con le linguine verrà bene);
– Philadelphia, appunto – circa mezzo panetto a porzione;
– olio evo (facoltativo);
– un’arancia ogni due porzioni

Mettete l’acqua per la pasta sul fuoco, a ebollizione salate e buttate gli spaghetti/linguine.
Quando mancano 5/6 minuti, fate scaldare un cucchiaio d’olio (se volete,  se no mettete direttamente il Philadelphia) e aggiungete un tocco di Philadelphia e un cucchiaio d’acqua di cottura della pasta. Grattugiate nella pappetta di formaggio la scorza d’arancia e mescolate.  Velocemente, da un’arancia ricavate una spremuta e versatene un cucchiaio (circa a persona) nel condimento.
Una volta scolata la pasta fatela saltare in padella col condimento e servite. Se siete (sicuramente) più creativi di me con le decorazioni, certamente qualcosa con l’arancia rimasta riuscite a farla!
La decorazione dei piatti me la scrivo fra gli obiettivi del 2011…
Buon appetito!