Feed RSS

Archivi del mese: ottobre 2009

Zuppa di zucchine

Inserito il

Vi faccio presente che tutta la preparazione del piatto l’ho eseguita stando al telefono con l’assistenza clienti Telecom.

Grazie Telecom per aver coperto i Loop Troop con una fastidiosa sigla e una voce robotica che mi assicura 4-minuti-di-attesa-ahops-altri4-ahops… ARGH!

Per 4 persone o 2 o 3 molto affamate:
4 zucchine o 2 zucchine geneticamentemodificatedellaLidl, per cui giganti
Cipolla tritata
Aglio
Dado vegetale (meglio se senza glutammato aggiunto, aka bio)
Panna da cucina facoltativa
Sale, pepe, olio

zuppa zucchine

Lavate le zucchine e tritatele: io di solito uso l’aggeggino che me le fa alla julienne. Nel frattempo mettete una pentola con 1L d’acqua circa sul fuoco (non riempitela d’acqua! Vi servirà spazio e non deve uscire troppo acquosa).
In una padella con olio fate soffriggere lo spicchio d’aglio schiacciato e quando cominciate a sentirne l’aroma, aggiungete le zucchine, salate, pepate e mantenete la fiamma alta per qualche minuto rimestando.
Se l’acqua sta già bollendo e avete già buttato il dado-bio, abbassate al minimo la fiamma e aspettate che le zucchine si siano rammollite al punto giusto. Quando siete “al punto giusto”, eliminate lo spicchio d’aglio e versate le zucchine nel brodo. Mescolate un po’ alzando la fiamma di poco, versate qualche mL di panna da cucina e servite, magari con del pane pistoccu come quello nella foto (graziecarletto).

Annunci

Ognuno ha quel che si merita

Inserito il

Immag010
Fatta col cellulare, magari non si legge bene:
“C.L.: A VOI IL CILICIO, A NOI L’ORGASMO”

Prova di: Melanzane ripiene

Inserito il

“Prova di” perché ho cercato di seguire un po’ a memoria e un po’ di reinventarmi la ricetta per farle. Il risultato non è simile all’originale ma ci è piaciuto molto lo stesso!

P1000497*

Melanzane grosse
Polpa di pomodoro (un barattolo piccolo, o in alternativa dei pomodorini soffritti)
Tonno facoltativo
Panne secco
capperi
parmigiano grattugiato
un uovo

Tagliate per il lungo le melanzane e cercate un utensile con cui scavarle per ottenere delle barchette. Mettete la polpa scavata e tagliata in piccoli tocchetti in una terrina.
Passate il pane secco sotto il getto d’acqua calda del rubinetto e man mano che si ammorbidisce, strofinando con le mani fate cadere nella terrina i pezzi di pane bagnato (senza strizzare: un po’ d’acqua serve al ripieno). Nella terrina aggiungete il formaggio grattugiato, l’uovo sbattuto, la polpa di pomodoro, il sale e i capperi.
Tutto deve risultare un po’ molliccio, se non lo è, aggiungete dell’acqua.
A questo punto potete riempire le melanzane, già poggiate su una teglia da forno. Irrorate con olio d’oliva e spolverizzate con parmigiano.
Quindi mettete in forno per 30 minuti circa a 180°.
Pesanti as usual ma buonissime!

*nella foto c’è una saliera in mezzo ai piatti: state attenti al sale!